Riparazione o rifacimento cornicioni condominiali, ecco a chi tocca | ESTIA

Riparazione o rifacimento cornicioni condominiali, ecco a chi tocca

Tempo di lettura: 3 minuti

I cornicioni di un condominio ben tenuti donano un maggior valore estetico alla struttura e sono, al tempo stesso, una sicurezza per i condòmini e i passanti nelle prossimità dell’edificio. 

Spesso, però, i cornicioni dei balconi condominiali sono degli elementi che creano controversie quando si tratta di spese e responsabilità..

A chi spetta ripararli e provvedere ai costi dei lavori? All’amministratore del condominio? A tutti i condòmini? Il proprietario dell’appartamento? Faremo chiarezza proprio in questo articolo.

Prima di passare alle risposte, spiegheremo la differenza tra le varie tipologie di balconi, nello specifico di balconi aggettanti ed incassati, perché la responsabilità e il pagamento dei lavori varia anche a seconda della tipologia. 

Balconi aggettanti ed incassati: diverse tipologie, diverse responsabilità 

Possiamo distinguere due tipologie di balconi in base alla loro struttura.

Si chiamano balconi aggettanti tutti i balconi che “si gettano” al di fuori dalla facciata dell’edificio. Sono quindi un vero e proprio prolungamento dell’immobile a beneficio esclusivo del singolo condòmino.

Tutti i balconi invece che hanno una rientranza rispetto alla facciata del condominio sono i balconi incassati. Questa tipologia ha una funzione decorativa e di sostegno per l’intera struttura.

Responsabilità e spese dei cornicioni condominiali

Quando spetta all’intero condominio?

Quando gli interventi alla facciata o ai balconi hanno lo scopo di migliorare l’estetica dell’edificio

Ad esempio, nel caso dei balconi incassati il rifacimento del cornicione apporta beneficio a tutti i condòmini, essendo un bene comune di cui tutti sono i legittimi proprietari.
Per questo toccherà pagare le spese a tutti i condòmini in base ai millesimi di proprietà.

La ripartizione delle spese è riportata nell’articolo 1123 del Codice Civile, che recita:

Le spese necessarie per la conservazione e per il  godimento  delle
parti  comuni  dell’edificio,  per   la   prestazione   dei   servizi
nell’interesse  comune  e  per  le   innovazioni   deliberate   dalla
maggioranza sono sostenute dai condomini in misura  proporzionale  al
valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione.

Un altro caso in cui a dover contribuire sono tutti i condòmini è quando un balcone aggettante – di cui normalmente risponde il proprietario dell’appartamento a cui appartiene – ha degli elementi decorativi che migliorano l’architettura e la bellezza dell’edificio.

La responsabilità dell’amministratore condominiale

Sì, ci sono dei casi in cui l’amministratore di condominio può essere l’unico responsabile dei lavori di manutenzione o di rifacimento del cornicione condominiale.

Uno dei tanti compiti di questa figura è proprio quella di adoperarsi affinché le parti comuni del condominio siano funzionanti e decorose.

Ad esempio, se dopo la segnalazione di caduta di calcinacci all’amministratore, questi non è intervenuto per avviare lavori, è lui a rispondere di eventuali danni.
L’art. 677 del Codice Penale punisce inoltre colui che minacci rovina ovvero chi è per lui obbligato alla conservazione o alla vigilanza dell’edificio o della costruzione, il quale omette di provvedere ai lavori necessari per rimuovere il pericolo.

Quando tocca al singolo condòmino riparare il cornicione condominiale? 

Nel caso di balcone aggettante, in cui l’intervento ha una funzione strutturale del balcone, perché il rifacimento del cornicione avrà un diretto beneficio sul proprietario.

Nel caso di inquilino in affitto, chi è che paga: l’inquilino il proprietario?
La responsabilità e il pagamento dei lavori è sempre il proprietario dell’appartamento.

Cornicioni condominiali e sottobalconi

Se ti capita di trovare dell’intonaco sul pavimento del tuo balcone, potrebbero essere problemi al sottobalcone del piano superiore, cioè quella parte che copre il balcone inferiore. Anche qui, ci sono delle responsabilità e delle regole per la ripartizione delle spese. Vediamole insieme. La responsabilità e le spese per la riparazione del sottobalcone sono a carico del proprietario dell’appartamento a cui appartiene il balcone. Proprio per questo, il condòmino del piano inferiore non può utilizzare questa parte a proprio beneficio senza alcun accordo con il proprietario.

Affidati ad Estia Spa per la gestione del tuo Condominio

Richiedi senza impegno un

Condividi
× Come possiamo aiutarti?