Danni del maltempo sul condominio: come proteggere le proprietà esclusive

Tempo di lettura: 3 minuti

Negli ultimi anni abbiamo purtroppo stiamo constatando sempre più spesso quanto il maltempo possa causare gravi danni alle proprietà condominiali (e non solo), mettendo a rischio la sicurezza e il valore degli immobili. 

Le conseguenze che gli agenti atmosferici e il cambiamento climatico possono avere su un edificio condominiale, hanno portato sempre più spesso ad attivare misure fornite da compagnie assicurative, così da “proteggersi” da rischi e incertezze. 

Un buon amministratore di condominio dovrebbe essere ben informato a riguardo, per agire preventivamente e proporre all’assemblea azioni mirate volte a proteggere dai danni e dai costi causati dal maltempo. 

Tutti i rischi del maltempo sul condominio

Le tempeste e gli alluvioni possono portare gravi danni alle strutture condominiali, come:

  • infiltrazioni d’acqua
  • danni alle fondamenta
  • cedimenti strutturali.

Come abbiamo avuto modo di constatare negli ultimi tempi, questi eventi climatici estremi si stanno verificando sempre più frequentemente, perciò per essere preparati è essenziale tutelarsi dai danni del maltempo in condominio nel miglior modo possibile.

La grandine e i venti forti possono danneggiare le finestre, i tetti, le facciate e gli impianti esterni del condominio. Inoltre si tratta di fenomeni che tendono ad essere sempre più distruttivi.

Durante le tempeste violente elementi come alberi e oggetti di vario tipo possono cadere sugli edifici condominiali, causando danni significativi alle strutture e ai veicoli parcheggiati.

Possiamo facilmente dedurre che, di tutti questi danni, spesso enormi in termini di quantificazione economica, ovviamente il condominio non ha alcuna responsabilità.

La responsabilità invece si può attribuire alla gestione del condominio nei casi in cui non siano state fatte adeguate verifiche periodiche, oppure agli Enti Locali qualora non siano stati manutenuti fiumi, argini, sostituite tubature o altri interventi preventivi similari, che avrebbero potuto impedire il danneggiamento dello stabile.

La necessità di un’assicurazione di base del condominio

Un’assicurazione contro il maltempo di base per il condominio tutela spesso gli elementi strutturali dell’edificio, ma potrebbe non essere sufficiente a coprire tutti i danni causati dal maltempo sulla proprietà esclusiva. È infatti importante valutare attentamente la copertura assicurativa e integrarla con polizze specifiche aggiuntive.

Esistono sul mercato polizze adatte a ogni evenienza che l’amministratore del condominio potrebbe valutare di proporre ai condòmini, come per esempio: 

  • l’assicurazione specifica contro alluvioni e inondazioni
  • l’assicurazione per eventi atmosferici estremi come uragani o tempeste di grandine.

In questo modo, ogni condomino, se danneggiato dal maltempo, può aver diritto a un risarcimento assicurativo proporzionale al danno subìto.

Prevenzione dei danneggiamenti del maltempo

Tuttavia, nonostante il cambiamento climatico e l’intensificarsi degli episodi violenti di maltempo, è sempre opportuno per il condominio avere sotto controllo le ispezioni e le verifiche periodiche per la sicurezza dello stabile.

Si tratta infatti di una delle principali mansioni dell’amministratore di condominio.

Un approccio di questo tipo può aiutare a individuare eventuali punti critici o deboli dello stabile e, in caso di agenti meteorologici estremi, può ridurre il rischio di crolli o danni ingenti.

Per esempio, tra le “zone” più importanti da verificare in condominio c’è sicuramente la parte del tetto che, se danneggiata, non manutenuta o semplicemente soggetta a infiltrazioni, può essere motivo di rifacimento del lastrico solare.

Manutenzione ordinaria delle aree esterne

Tra le attività da svolgere come prevenzione dai danni del maltempo di un condominio c’è la manutenzione ordinaria ed eventualmente anche straordinaria, delle aree esterne, quali giardini e spazi comuni. Su questi spazi è necessario avere una cura costante per ridurre i rischi durante eventi atmosferici avversi.

Protezione delle finestre

Anche installare persiane o protezioni adeguate su porte e finestre può essere un modo per aiutare a prevenire i danni causati da venti forti o grandine, ovviamente sempre tenendo presente le indicazioni del regolamento condominiale.

Cosa fare dopo un evento di maltempo in condominio

La prima cosa da fare dopo un evento di forte maltempo improvviso, consiste nel verificare la sicurezza di tutte le parti strutturali del condominio prima di consentire il ritorno dei condòmini nei propri appartamenti.

Documentare i danni sul condominio

Che si abbia un’assicurazione attiva o meno, è utile fotografare e documentare accuratamente i danni subiti sull’edificio, questa documentazione aiuterà nell’eventuale processo di richiesta di risarcimento presso l’assicurazione oppure nei confronti dell’Ente Locale eventualmente responsabile. Successivamente sarà comunque opportuno effettuare una perizia specifica dei danni per poter certificare l’entità degli stessi.

Inoltre, se si ha attiva un’assicurazione è importante informare prontamente la compagnia degli eventi accaduti e avviare il processo di richiesta di risarcimento e le indagini per comprendere la dinamica dell’accaduto.

Proteggere le proprietà esclusive di un condominio dai danni del maltempo è essenziale per garantire la sicurezza degli abitanti e preservarne il valore. Comprendere i rischi, ottenere la giusta copertura assicurativa e adottare le misure preventive idonee possono fare la differenza quando si affrontano eventi atmosferici avversi. 

Purtroppo si tratta di un problema che affronteremo sempre più spesso nei prossimi anni.

Affidati ad Estia Spa per la gestione del tuo Condominio

Richiedi senza impegno un

Condividi
× Come possiamo aiutarti?